Società di Consulenza Finanziaria Indipendente

HomeBlogCosa sono gli ESG
ESG

Cosa sono gli ESG

Cosa sono gli ESG?

ESG è l’acronimo di Environmental, Social and Governance.

Questi tre fattori risultano centrali nella misurazione della sostenibilità di un investimento.

Il criterio Environment riguarda tutti quegli aspetti di carattere ambientale come emissioni di gas, la gestione delle risorse di acqua, terra, aria e vegetazione, i rifiuti, i cambiamenti climatici.

Per quanto riguarda il criterio Social, esso è relativo ai diritti umani, al welfare, alla parità di genere e, in generale, alle condizioni di lavoro.

Infine, il criterio Governance si riferisce alla privacy, all’etica (anche retributiva), alla gestione della catena di approvvigionamento, ossia il processo attraverso cui viene portato sul mercato un determinato prodotto o servizio, e a tutto ciò che attiene alle strategie e scelte aziendali. 

Il rating ESG

Il rating di sostenibilità o rating ESG rappresenta un indicatore importante per gli investitori il cui interesse si sposta dalle imprese capaci di generare semplicemente rendite economiche a quelle in grado di generare valore anche verso la società e verso l’ambiente.

Tuttavia, i parametri da valutare sono molti e, diversamente dal rating creditizio, il rating ESG non è soggetto a una regolamentazione specifica. Né esiste un’autorità di vigilanza specifica.

Inoltre, questo settore è sempre più ed inevitabilmente influenzato dalle decisioni politiche. Queste ultime possono determinare una direzione diversa sulla base di valutazioni che non hanno necessariamente a che vedere con la tutela delle persone o dell’ambiente.

ESG

Quali sono i possibili rischi?

Mettere in pratica nuovi modelli organizzativi e produttivi e i processi di transizione conseguenti, comportano per le imprese anche dei rischi da non sottovalutare.

La gestione del cambiamento, infatti, è da tenere fortemente in considerazione.

Non tutte le imprese riescono subito ad adattarsi ai criteri “ESG”. E nel tentativo di adeguarsi finiscono per ottenere risultati contrari, perdendo ad esempio profitti considerevoli o allontanando i consumatori con politiche di comunicazione errate.

Le scelte e gli investimenti devono sicuramente comportare un vantaggio per l’ambiente, l’ambito sociale e di governance, ma devono anche essere in grado di valorizzare il proprio prodotto ed essere comprese dai clienti. 

Richiedi l’analisi gratuita dei tuoi investimenti e scopri quanto puoi risparmiare ogni anno.

Perchè è una vantaggio la dichiarazione ESG?

Le aziende con dichiarazione ESG possono più facilmente diventare beneficiarie di investimenti di questo tipo, dando un’immagine responsabile delle proprie attività e contribuendo ad alimentare la finanza pulita e generare profitti in modo sostenibile.

L’interesse verso i parametri e i criteri ESG sta diventando sempre più gettonato tra le aziende, che considerano questi parametri anche un modo per ottenere un’opinione positiva incidendo allo stesso tempo sulle scelte di acquisto dei consumatori.

Infatti, la sensibilità dei cittadini influenza fortemente gli acquisti e la fiducia in un prodotto rispetto ad un altro. 

Di conseguenza, l’attività di comunicazione di queste aziende ha subìto una metamorfosi in questo periodo, per esprimere il loro interesse e vicinanza ai temi di sostenibilità e dell’impatto ambientale del processo produttivo.

Nebbia sulla sostenibilità

Un recente comunicato stampa Assogestioni rivela che nella scelta dei risparmiatori italiani verso investimenti ESG ci sono due fattori da non sottovalutare:

  • da una parte la paura per il riscaldamento globale;
  • dall’altra il rischio inflazione indotto dalle politiche green.

Mentre ulteriore spunto di riflessione sono i seguenti dati:

  • il 64,4% degli italiani afferma di sapere poco o niente sugli investimenti ESG;
  • il 63,4% di averne sentito solo parlare.

Infine, merita prendere in considerazione come “per l’84,6% degli italiani occorre chiarezza e semplicità delle informazioni sugli investimenti”.

È proprio a questa chiarezza e semplicità, ossia trasparenza, delle informazioni che ogni giorno miriamo.

Fermi restando i 1.600 miliardi di euro parcheggiati nei conti correnti degli italiani (dato drammaticamente in aumento del 5% rispetto all’anno precedente), il consulente finanziario indipendente può essere un attore positivo nelle scelte dei singoli investitori, informando, consigliando e orientando i risparmiatori.

Vuoi parlare con me? Prenota una call e scopri come migliorare i tuo investimenti

0Commenti

    Lascia un commento

    I nostri consulenti

    Tutti iscritti all’albo e indipendenti per vocazione, i nostri consulenti saranno al tuo servizio per farti raggiungere i tuoi obiettivi finanziari. Sono specializzati su risparmio, investimenti e protezione e ti proporranno le soluzioni più adeguate al tuo caso specifico e al tuo orizzonte temporale.

    Parla con un consulente
    MauroRicca
    RiccardoPaitoniFaustinoni
    ValerioFrancini
    DanieleApollinaro
    Luca_Marrone