HomeBlogI pensionati più ricchi d’Italia: come hanno fatto?
pensionati con pensioni d'oro

I pensionati più ricchi d’Italia: come hanno fatto?

Scopriamo la classifica delle pensioni d’oro. Vedremo chi sono questi pensionati, come hanno guadagnato così tanto e soprattutto perché, oltre ad una sana invidia, dovremmo iniziare tutti a preoccuparci seriamente per la nostra pensione.

Se non inizi fin da ora non avrai mai una pensione non dico d’oro, ma almeno di un importo sufficiente per trascorrere una vecchiaia serena.

Lo sai che ci sono pensionati d’oro in Italia che percepiscono, o percepivano, anche 50.000 euro al mese di pensione?

Pensa che il pensionato più ricco d’Italia arrivava a percepire la bellezza di quasi 100 mila euro al mese di pensione. Cosa avranno mai fatto di così magico queste persone, per ottenere questa pensione d’oro?

Se, nel frattempo, vuoi scoprire le 5 strategie migliori per smettere di lavorare e prendere una pensione più ricca? Leggi la nostra guida gratuita, ti sveliamo alcuni dei nostri segreti.

Passiamo ora alla classifica delle pensioni d’oro che INPS ha messo in pagamento negli ultimi anni.

La classifica delle pensioni d’oro in Italia: i pensionati più ricchi d’Italia

Tra i pensionati più ricchi d’Italia c’è Mauro Gambaro, ex direttore generale di Interbanca e dell’Inter. La sua pensione d’oro è di 51.160 euro al mese. 

Troviamo, poi, Alberto De Petris, ex Infostrada ed ex Telecom, che incassa, anche lui, circa 51 mila euro di pensione al mese. 

In questa classifica delle pensioni d’oro, tra i super fortunati c’è anche l’ex manager della componentistica elettronica e dei semiconduttori Germano Fanelli che incassa ogni mese poco meno di 51 mila euro.

Seguono nell’elenco delle pensioni d’oro quella a favore di Mario Cartasegna, ex dipendente del comune di Perugia, con un assegno pensionistico di 49 mila euro.

chi sono i pensionati d'oro italiani

Gli altri pensionati d’oro

In questa classifica delle pensioni d’oro in Italia emerge stranamente che i “più poveri” tra i ricchi sono gli ex bancari. Infatti, troviamo in fondo alla classifica dei pensionati d’oro Alberto Giordano, ex co-direttore di Capitalia, che prende 42.245€ al mese e Lamberto Dini, ex Banca d’Italia e famoso riformatore delle stesse pensioni, il quale incassa una pensione d’oro di poco più di 31 mila euro al mese.

Ed ecco che in ultima posizione tra i paperoni delle pensioni, in questa classifica delle pensioni d’oro, troviamo una donna! Maurizia Angelo Comneno, attuale vicepresidente di Mediobanca, che entra a piena forza nell’elenco delle pensioni d’oro percependo circa 21.386 euro al mese.

L’elenco delle pensioni d’oro è davvero lunga. Pensa che troviamo in questa lista dei pensionati d’oro in Italia anche funzionari pubblici che sono passati dal guadagnare 220 mila euro lordi di stipendio a 637 mila euro lordi di pensione.

Un bel paradosso non credi?

Si tratta di casi molto particolari e di pensionati d’oro che durante la carriera lavorativa guadagnavano molto. Sono oltretutto andati in pensione tempo fa con delle regole più favorevoli.

Pertanto, l’articolo punta ad essere solo uno spunto di riflessione su come, ahinoi, le nostre pensioni non saranno mai così alte, se non provvediamo noi stessi con opportune valutazioni ad ottimizzare la nostra situazione finanziaria.

News Pensioni 2024: nuovi requisiti, limiti e modalità per andare in pensione. La guida più aggiornata sia per i lavoratori vicini al pensionamento, sia per i giovani.

Chi le paga queste pensioni d’oro?

So già cosa stai pensando: queste persone avevano già guadagnano un sacco di soldi e ora percepiscono anche delle pensioni d’oro. E chi le paga queste pensioni d’oro? Effitavamente tu insieme a tutti i lavoratori in attività che contribuiscono con parte del proprio stipendio o reddito, pagando i contributi obbligatori all’INPS.

Il sistema previdenziale italiano è un sistema a ripartizione. Ciò vuol dire che i contributi degli italiani in attività lavorativa servono per pagare le uscite, cioè le pensioni che INPS erogano in questo momento. Ne abbiamo parlato tante volte nei nostri webinar e nel nostro blog e abbiamo spesso usato la metafora dello schema Ponzi.

Come hanno fatto queste persone a percepire una pensione d’oro?

Iniziamo col dire che sono tutti professionisti di alto livello, quindi con stipendi molto alti che si sono trovati a poter andare in pensione nel migliore dei modi e al momento giusto.

Come già detto, il metodo di calcolo retributivo, rispetto a quello misto o contributivo è più favorevole. Prima della riforma Fornero, le pensioni erano calcolate sulla media delle ultime retribuzioni, quindi si andava in pensione più o meno mantenendo lo stesso tenore di vita. Dopo la riforma Fornero non esistono più pensioni calcolate unicamente sull’ultimo stipendio o reddito da lavoro autonomo.

Questi nostri pensionati d’oro prima di tutto erano professionisti con stipendi e redditi elevati. Hanno, poi, avuto la fortuna di andare in pensione con delle regole più favorevoli. Considera che queste persone, oltre che lavorare per la loro azienda pubblica o privata, hanno per certo svolto anche attività di consulenza per terzi, aumentando di fatto il loro montante di contributi versati.

Questi signori si sono semplicemente attenuti a quello che la legge dello Stato italiano prevedeva. Quindi, questo bisogna specificarlo, non stanno rubando niente a nessuno.

Le nuove generazioni avranno sempre più difficoltà ad andare in pensione e di sicuro una simile classifica delle pensioni d’oro non la vedremo più in futuro.

Oggi e soprattutto domani, quando il sistema contributivo di calcolo riguarderà tutte e per intero le pensioni, sarà la regola andare in pensione con cifre molto inferiori al proprio ultimo stipendio o reddito.

Tieni in considerazione che nel sistema contributivo esiste un massimale: un tetto soglia sopra al quale non è più dovuta contribuzione. Se non è dovuta contribuzione, la pensione verrà calcolata fino a quella soglia massima, anche se il tuo reddito è ben superiore.

pensioni d'oro

Perciò, anche se tu fossi un grande manager o un Alberto Giordano, non potresti comunque arrivare mai a quelle cifre di assegno pensionistico. Versi fino al massimale, oltre non ti è possibile.

Dove hai più libertà e spazio di manovra? Nel mondo della previdenza complementare, destinando i tuoi risparmi ad un Fondo pensione. Sono tutti soldi che verranno dalle tue tasche, risparmiati in una vita di lavoro, ma ad oggi è l’unica alternativa valida, per poterti assicurare una vecchiaia serena e una pensione adeguata al tuo stile di vita.

Dopo tanti anni in cui si è speso troppo e in maniera indiscriminata per le pensioni, oggi le pensioni degli italiani rischiano di ridursi sempre di più e soprattutto arrivare sempre più tardi.

Hai già pensato al tuo piano di previdenza complementare e hai altri risparmi da poter far fruttare? Siamo una società di consulenza finanziaria, possiamo aiutarti anche in questo. Chiedi unanalisi gratuita del portafoglio.

Pensioni d’oro: gli altri pensionati d’oro italiani

Non esiste una definizione, ma in generale quando la pensione supera i 5.000€ lordi mensili si comincia a parlare di pensione d’oro. A fine 2018 le pensioni d’oro in pagamento erano circa 59.863 con una maggiore diffusione al nord.

Oltre ai pensionati d’oro italiani pagati dall’INPS, ricordiamo ci sono anche coloro che percepiscono pensioni d’oro dalle casse professionali. L’elenco delle pensioni d’oro si incrementa così di altri 30.000 pensionati. Tale uscita grava sulle casse dello Stato per circa 6,9-7 miliardi di euro ogni anno.

Per cercare di arginare il fenomeno, è stato introdotto un contributo di solidarietà su questi pensionati d’oro. Costoro vedono, infatti, ridursi la pensione in percentuali definite in base a determinate soglie pensionistiche.

Le pensioni d’oro, quelle superiori a 10 volte il trattamento minimo INPS (per il 2024: 5679,41 €), hanno anche degli indici di rivalutazione minori rispetto alle pensioni medie. Non vengono adeguate al costo della vita in modo proporzionale e possiamo perlomeno affermare che il  dei pensionati d’oro si riduce, perché non è direttamente proporzionale al tasso di inflazione annuo.

Qual è il meccanismo della c.d. perequazione automatica INPS per l’anno 2024? Di quanto aumenterà la tua pensione e perché aumenta un pochino ogni anno? Te lo spieghiamo nella nostra Guida pensioni News 2024, trovi anche tutte le ultime novità del 2024, per pensionati e lavoratori!

Come salvarsi dai problemi del sistema previdenziale italiano

Mai come in questo momento storico è fondamentale avere una gestione intelligente dei propri guadagni e dei propri risparmi. Non pensare che quello che guadagni oggi lo guadagnerai per sempre e, se non vuoi vivere una vecchiaia in povertà, devi correre subito ai ripari.

Scegliere un fondo pensionistico integrativo è un ottimo inizio che può aiutarti ad aumentare la pensione che riceverai, quando smetterai di lavorare.

Prima la fai e meglio è.

Non diventerai probabilmente mai ricco come il dottor Giordano. Si tratta come detto di eccezioni legate a quel periodo storico. Dal 2012 in poi, di fatto, è difficile avere delle pensioni d’oro, ma almeno vivrai dignitosamente e soprattutto senza problemi legati ai soldi.

E tu, cosa ne pensi? È giusto che ci siano pensioni così alte mentre le giovani generazioni potrebbero non averla affatto?

Sarebbe bello avere una pensione d’oro? Scopri come puoi massimizzare i tuoi contributi e aumentare la tua pensione futura con un nostro consulente esperto GRATIS!

A quanti anni si va in pensione?

Scopriamo la classifica delle pensioni d’oro. Vedremo chi sono questi pensionati, come hanno guadagnato così tanto e soprattutto perché, oltre ad una sana invidia, dovremmo iniziare tutti a preoccuparci seriamente per la nostra pensione. Se non inizi fin da ora non avrai mai una pensione non dico d’oro, ma almeno di un importo sufficiente per […]

Come andare in pensione prima e guadagnare di più: 5 strategie efficaci

Scopriamo la classifica delle pensioni d’oro. Vedremo chi sono questi pensionati, come hanno guadagnato così tanto e soprattutto perché, oltre ad una sana invidia, dovremmo iniziare tutti a preoccuparci seriamente per la nostra pensione. Se non inizi fin da ora non avrai mai una pensione non dico d’oro, ma almeno di un importo sufficiente per […]

3 trucchi per aumentare la pensione

Scopriamo la classifica delle pensioni d’oro. Vedremo chi sono questi pensionati, come hanno guadagnato così tanto e soprattutto perché, oltre ad una sana invidia, dovremmo iniziare tutti a preoccuparci seriamente per la nostra pensione. Se non inizi fin da ora non avrai mai una pensione non dico d’oro, ma almeno di un importo sufficiente per […]