Società di Consulenza Finanziaria Indipendente

Contattaci 02 5407 9537 Lun-Ven 9-19

HomeBlogGli investimenti ESG
ESG

Gli investimenti ESG

Cosa sono gli ESG?

ESG è l’acronimo di Environmental, Social and Governance.

I tre campi d’azione sui quali si basano gli investimento ESG sono, dunque, l’ambientale, il sociale e la governance aziendale.

I fattori ESG vengono spesso utilizzati dagli investitori istituzionali nella valutazione della sostenibilità di un’investimento.

Il processo di valutazione di un’azienda non si basa più solamente sulla produzione di utili, ma viene sempre più ricercata la creazione di utili etici.

Secondo alcune ricerche, i fattori ESG migliorano i rendimenti corretti per il rischio, riducendo il rischio dell’investimento e creando valore. 

Un’azienda che ha cuore questi criteri ha delle probabilità maggiori di sovra-performare rispetto ai propri competitors che, al contrario, non presentano queste caratteristiche. 

Dal punto di vista aziendale è necessario un’approccio più prospettico e dinamico nel considerare i rischi e le opportunità connessi ai fattori ESG.

I criteri ESG

Analizziamo nel dettaglio i tre criteri ESG.

Ambientale

Il criterio ambientale si riferisce a parametri che consentono di valutare un’azienda sotto l’aspetto della sostenibilità ambientale. Ad esempio, il corretto smaltimento dei rifiuti, l’utilizzo di prodotti riciclabili, la riduzione dell’emissioni di anidride carbonica, l’utilizzo di energie rinnovabili, l’attenzione ai cambiamenti climatici.

ESG

Sociale

Il criterio sociale si riferisce al modo in cui l’azienda gestisce le risorse umane. Si tratta, quindi, della gestione del personale, delle parità opportunità, delle condizione degli ambienti di lavoro, della sicurezza sul logo di lavoro.

Governance

Il criterio della governance aziendale fa riferimento a come viene amministrata l’azienda. E quindi alla struttura di remunerazione dei dirigenti, all’indipendenza del consiglio di amministrazione dall’azionariato, all’etica aziendale e alle strategie future.

Il concetto principale che sta alla base di questi criteri ESG è il seguente:

Un’azienda ha maggiori probabilità di avere successo e generare ottimi risultati se crea valore per tutti i soggetti interessati.

Dai dipendenti ai clienti e fornitori, alla società in generale, incluso l’ambiente, e al territorio in cui è ubicata.

Il beneficio che l’azienda può portare non è circoscritto alla proprietà, ma si estende all’ambiente ed a tutte le persone coinvolte nel processo produttivo.

Richiedi l’analisi gratuita dei tuoi investimenti e scopri quanto puoi risparmiare ogni anno.

Il rating ESG

Utilizzando tutti i criteri sopra menzionati, possiamo riordinare le aziende e creare una sorta di classifica in base ai punteggi relativi a questi 3 parametri.

Da qui nasce il cosiddetto rating ESG.

Si tratta di un giudizio sintetico che certifica la solidità dal punto di vista delle performance ambientali, sociali e di governance.

Il ratinò ESG è complementare al rating tradizionale, che tiene in considerazione le sole variabili economico-finanziarie. Lo scopo è quello di aumentare le informazioni disponibili e quindi migliorare le valutazioni e le scelte d’investimento conseguenti.

Diversamente dal rating creditizio, il rating ESG non è soggetto a una regolamentazione specifica. Né esiste un’autorità di vigilanza specifica.

I rischi

A differenza del risk management tradizionale, in ambito ESG ci si focalizza maggiormente sugli aspetti qualitativi.

Nel risk management tradizionale ci cerca di stimare una certa probabilità per ogni specifico rischio (mancanza di materie prime, interruzione di una linea produttiva, rischi logistici, eccetera) utilizzando metodi matematici.

In ambito ESG, invece, il rischio più grande che un’azienda può correre è di tipo reputazionale

Putroppo questo tipo di rischio è difficilmente calcolabile con modelli matematici. Proprio per questo motivo si utilizza un approccio differente.

Attualmente per valutare il rischio ESG si fa uso di un mix di analisi qualitative e quantitative.

Molto spesso, oltre a questo tipo di analisi, viene utilizzato anche il track record aziendale che può fornire ottime indicazioni sul comportamento che l’azienda ha verso i propri dipendenti, fornitori e clienti. Fornisce inoltre indicazione sul processo produttivo.

Purtroppo non tutte le aziende riesco ad adeguarsi ai criteri ESG ed il processo di transizione può risultare parecchio complicato e dispendioso. 

Come già anticipato, la cosa più importante è riuscire a trasmettere a tutte le persone e all’ambiente gli sforzi fatti dall’azienda per migliorare sotto tutti gli aspetti nonché innalzare il proprio rating ESG.


esg significato

 

I fondi Environmental, Social and Governance

Con una domanda in continua crescita sia da parte degli investitori istituzionali sia da parte di quelli retail, il numero di strumenti finanziari ESG (come fondi ed ETF) è in continuo aumento.

In particolare, i fondi ESG sono composti da azioni ed obbligazioni che hanno superato severi test relativi alla sostenibilità aziendale.

Solo le aziende che hanno un solido track record ne possono fare parte.

Se analizziamo i rendimenti passati di alcuni prodotti, non possiamo proprio lamentarci.

Ad esempio, mettendo a confronto 2 ETF che replicano l’indice S&P 500, di cui uno ha al suo interno solo aziende con criteri ESG, mentre l’altro solo aziende tradizionali, possiamo notare che il risultato negli ultimi 3 anni è stato davvero interessante.

ESG

Questa è la testimonianza che gli investitori possono ricercare uno strumento finanziario che non ha come unico obiettivo la miglior perfomance, ma è altresì molto attento agli aspetti etici senza dover rinunciare ad ottime performance.

Richiedi l’analisi gratuita dei tuoi investimenti e scopri quanto puoi risparmiare ogni anno.

Perché scegliere investimenti ESG?

I motivi per cui gli investitori stanno sempre di più ricercando investimenti ESG possono essere principalmente i seguenti due:

1. Unificare gli investimenti ai valori personali

Se la questioni ambientali, sociali e di governance aziendale vi stanno particolarmente a cuore, gli investimenti ESG possono permettere di conciliare i vostri investimenti con i valori personali, pur mantenendo una strategia d’investimento resiliente, in grado di contribuire al raggiungimento degli obiettivi a lungo termine.

2. Avere un portafoglio ben diversificato

Gli investimenti ESG consentono anche di resistere al cambiamento climatico, ridurre al minimo i rischi extra-finanziari e individuare opportunità uniche.

In un mondo che cambia, le strategie ESG possono aiutare gli investitori ad adattarsi al cambiamento.

È in realtà proprio per questi motivi che la scelta di strumenti di investimento ESG può risultare non così semplice.

Affidarsi ad un consulente finanziario indipendente per la ricerca di tali strumenti e per effettuare una corretta pianificazione finanziaria basata su obiettivi di vita può sicuramente risultare la scelta migliore per avere un valido alleato al proprio fianco.

Vuoi parlare con me? Prenota una call e scopri come migliorare i tuo investimenti

0Commenti

    Lascia un commento

    I nostri consulenti

    Tutti iscritti all’albo e indipendenti per vocazione, i nostri consulenti saranno al tuo servizio per farti raggiungere i tuoi obiettivi finanziari. Sono specializzati su risparmio, investimenti e protezione e ti proporranno le soluzioni più adeguate al tuo caso specifico e al tuo orizzonte temporale.

    Parla con un consulente
    Alessio_De_Valerio
    Marcello_Romano
    Federico_Limina
    Leonardo_Battocchio
    SaverioRotella