Società di Consulenza Finanziaria Indipendente

Contattaci 02 5407 9537 Lun-Ven 9-19

HomeBlogL’importanza dei costi del fondo pensione
29062022_fondo_pensione

L’importanza dei costi del fondo pensione

Perché bisogna conoscere l’importanza dei costi del fondo pensione?

Nelle note informative dei fondi pensione (quei malloppi di pagine che ci vengono consegnati, ma che nessuno legge) si trova la seguente dicitura:

“AVVERTENZA: È importante prestare attenzione all’ISC che caratterizza ciascun comparto.

Un ISC del 2% invece che dell’1% può ridurre il capitale accumulato dopo 35 anni di partecipazione di circa il 18% (ad esempio, lo riduce da 100.000 euro a 82.000 euro)”

E tu, stai buttando 18.000€ ?  Continua a leggere per capire questa frase e scoprirlo.

L’importanza del giusto fondo pensione

In altri articoli del nostro blog abbiamo parlato di quanto possa essere utile un fondo pensione, quali siano i suoi vantaggi e la convenienza ad aprirne uno.

Bisogna però soffermarsi su una questione…

Non tutti i fondi pensione sono uguali e scegliere quello giusto fa tutta la differenza del mondo. 

Per fare una similitudine, con la possibilità di scegliere preferireste andare da Milano a Roma con una Fiat 600 del 2000 o con una Ferrari nuova di zecca?

Ipotizzando non esistano limiti di velocità siamo tutti d’accordo che con la Ferrari vi risparmiate un bel po’ di tempo.

Ecco, la stessa cosa vale per i fondi pensione.

Entrambi vi portano a creare una pensione integrativa sì, ma con la Ferrari dei fondi pensione sarà di 1000€ contro i 500€ della Fiat 600.

Tra le tante cose da analizzare nella scelta di un fondo pensione troviamo per esempio le linee di investimento che questo offre ed i rendimenti passati.

Ma il primo da verificare sono i costi.

Richiedi una consulenza previdenziale e scopri come aumentare la tua pensione futura in modo certo.

Costi del fondo pensione

In un fondo pensione troviamo diverse voci di costo:

Costo di adesione

E’ una spesa iniziale un tantum in fase di adesione per aprire il fondo pensione. Può variare da 0 € a qualche decina (impatta molto poco sulla bontà del fondo)

Costo direttamente a carico dell’aderente

Questi sono i costi di caricamento sui versamenti.

Possono essere una cifra annua fissa di qualche decina di euro o una percentuale dell’ammontare dei versamenti.

Questa è una voce che impatta più della precedente, soprattutto se in percentuale, ma ancora non la principale.

Costo indirettamente a carico dell’aderente

Detti anche costi di gestione, questi sono i più impattanti.

Essi infatti sono una spesa percentuale annuale che va a gravare su tutto il patrimonio diminuendone i rendimenti.

Molto semplicemente, se un fondo rende il 5% ma ha dei costi di gestione del 3%, a voi arriva solamente il 2%.

società di consulenza finanziaria

Indicatore sintetico dei costi (ISC)

Questo è un indicatore che mette assieme tutti i costi precedenti.

Esso esprime il costo annuo, in percentuale della posizione individuale maturata, stimato facendo riferimento a un aderente-tipo che versa un contributo annuo di 2.500 euro e ipotizzando un tasso di rendimento annuo del 4% e diversi periodi di partecipazione nella forma pensionistica complementare (2, 5, 10 e 35 anni).

Come possiamo vedere dalla tabella seguente solamente scegliere un fondo pensione di tipo aperto rispetto ad un PIP abbassa i costi.

La cosa è ancora più marcata se prendiamo in esame i fondi di categoria (fondi a cui possono aderire solo determinate categorie di lavoratori in base al CCNL).

società di consulenza finanziaria

Quanto impattano i costi di un fondo pensione?

Abbiamo visto un po’ di teoria ma ora è il momento di far parlare i numeri con un bel esempio.

All’inizio dell’articolo vi ho riportato una frase che per legge deve essere inserita nella modulistica dei fondi pensione, cioè:

“È importante prestare attenzione all’ISC che caratterizza ciascun comparto.

Un ISC del 2% invece che dell’1% può ridurre il capitale accumulato dopo 35 anni di partecipazione di circa il 18% (ad esempio, lo riduce da 100.000 euro a 82.000 euro)”

Capiamo quindi che solamente una firma a parità di condizioni può regalarci 18.000 €, ma andiamo a vedere la cosa nel dettaglio.

Abbiamo 2 amici, Marco ed Anna, che hanno frequentato la stessa scuola e sono poi entrati nel mondo del lavoro.

Consci del problema pensionistico decidono subito di aprire un fondo pensione. Marco sceglie il fondo A, mentre Anna sceglie il fondo B. Andiamo a vedere le caratteristiche dei due fondi…

Scoprirai alla fine l’importanza dei costi del fondo pensione.

I coisti dei fondi

FONDO A

Costi adesione = 30 €

Costi di Direttamente a carico = 30 € / annui

Costi indirettamente a carico = 0,75 %

ISC a 10 anni = 0,75 %

 

FONDO B

Costi adesione = 30 €

Costi Direttamente a carico = 30 € / annui

Costi indirettamente a carico = 2,35 %

ISC a 10 anni = 2,63 %

 

Per semplicità sono stati lasciati uguali i costi di adesione e caricamento.

Ipotizziamo le seguenti caratteristiche 

  • Versamento mensile = 200 € (2400€ annui)
  • Durata piano = 45 anni
  • Rendimento medio annuo del mercato = 6 %

 

Ora se ci ricordiamo che i costi di gestione sono visti come una diminuzione del rendimento, capiamo bene che i due fondi al netto di essi avranno un rendimento annuo diverso.

 

FONDO A = 6% – 0,75% = 5,25%

FONDO B = 6% – 2,35% = 3,65%

 

La proiezione dei costi

 

Se adesso facciamo una proiezione in base a queste ipotesi troveremo che MARCO arriverà alla pensione con un montante di 317.000 €, mentre ANNA ci arriverà con 222.000€. 

Hai letto bene, in questo caso fare la scelta sbagliata può venire a costare quasi 100.000€!

società di consulenza finanziaria

Se andiamo a vedere nel dettaglio cosa causa questa differenza la troviamo ovviamente nei costi.

Andando a sommare tutti i costi che Marco paga anno dopo anno arriviamo ad un totale di 37.000€, contro un 93.000€ di Anna.

società di consulenza finanziaria

La differenza rimanente dei due montanti finali è da attribuire al potere dell’interesse composto che abbiamo approfondito in un altro articolo.

Cosa abbiamo imparato sulla scelta del fondo pensione

In questo articolo abbiamo visto assieme quanto una firma possa essere importante.

L’importanza dei costi del fondo pensione sta proprio in questo.

Ti invito quindi a non prendere con leggerezza la scelta del fondo pensione, ma ad approfondire.

Non fermarti a quello che ti consiglia il tuo amico o consulente di fiducia che ha gli interessi di venderti il fondo della propria mandante.

Ricorda: fidarsi sì, ma sempre verificare!

Vuoi parlare con me? Prenota una call e scopri come migliorare i tuo investimenti

0Commenti

    Lascia un commento

    I nostri consulenti

    Tutti iscritti all’albo e indipendenti per vocazione, i nostri consulenti saranno al tuo servizio per farti raggiungere i tuoi obiettivi finanziari. Sono specializzati su risparmio, investimenti e protezione e ti proporranno le soluzioni più adeguate al tuo caso specifico e al tuo orizzonte temporale.

    Parla con un consulente
    Andrea_Stancanelli
    Luca_Chieti
    RobertoPodda
    Gabriele_Loi
    Luca_Solitario