Società di Consulenza Finanziaria Indipendente

HomeBlogMutuo o affitto: cosa scegliere e perché
mutuo o affitto

Mutuo o affitto: cosa scegliere e perché

La scelta tra mutuo e affitto è una tra le più difficili da prendere in considerazione, specie se ci troviamo in un Paese come l’Italia.

Come in mezzogiorno di fuoco, le due fazioni si contendono la ragione, ma probabilmente non esiste una risposta corretta.

Vado a vivere in affitto?

Compro la casa attraverso un mutuo?

Scopriamo quali fattori valutare prima di fare questo grande passo.

mutuo o affitto

Differenza tra mutuo e affitto

Definiamo le due parole in termini puramente finanziari, il mutuo è un debito, l’affitto è un costo.

La scelta dell’abitazione, deve derivare dall’attenta valutazione di molteplici fattori, quali la carriera professionale, il reddito, la pianificazione finanziaria e gli obiettivi di vita futuri.

Una decisione da prendere con estrema cautela, che se sbagliata, può far pentire per tutti gli anni a venire.

Con l’affitto butto via i soldi

Vero, solo se la casa fosse l’unico aspetto della vita delle persone.

Affitto significa flessibilità, caratteristica che nella società odierna, in cui il lavoro può richiedere continui spostamenti geografici, torna davvero utile.

Allo stesso tempo, l’affitto, se affiancato da una pianificazione finanziaria adeguata, grazie alle minori spese necessarie per la casa rispetto al mutuo, permette di togliersi numerose soddisfazioni in futuro, persino comprare casa senza indebitarsi, come?

Attraverso un investimento personalizzato.

Richiedi l’analisi gratuita dei tuoi investimenti e scopri quanto puoi risparmiare ogni anno.

Un matrimonio complicato, immobili e investimento

Il rapporto degli italiani agli investimenti è dettato da poca cultura finanziaria, che porta a scelte di dubbia razionalità.

Per un privato, investire in un immobile da mettere in affitto, è un opzione prioritaria, questo nonostante i numeri parlino chiaro, l’investimento immobiliare rende mediamente un 3% netto annuo, contro un 7% medio dei mercati finanziari.

Parola d’ordine tempo, essere un imprenditore immobiliare richiede un impegno full time, quindi per un cittadino comune che ha un lavoro, l’investimento più “semplice” è quello sui mercati finanziari, minor sforzo e maggior rendimento.

affitto

Il mutuo: perché si e perché no

Il mutuo necessita di un capitale di partenza, tra cui l’acconto, le spese di istruttoria e il costo dell’agenzia.

In più, se sei giovane, corri il rischio che non venga approvato per questioni di garanzie.

Detto questo, se la tua carriera lavorativa è stabile, non hai intenzione di spostarti in futuro e intendi vivere in quella casa per almeno 10 anni, il mutuo potrebbe essere la scelta migliore.

Non dimenticare che la casa è della banca fino alla scadenza del mutuo, più di 70 mila immobili finiscono all’asta ogni anno, causa pignoramento.

Tasse e manutenzione degli immobili

L’affitto rispetto all’acquisto dell’immobile, che sia prima casa o meno, presenta minori adempimenti fiscali e costi di conservazione.

Per gli affittuari, tranne alcuni casi, il responsabile delle riparazioni è il locatore, mentre per il mutuo la storia cambia.

Ogni spesa, necessaria o volontaria, è a carico della persona che gode del bene.

Da aggiungere il timore della riforma del catasto, che porterebbe una tassazione più elevata sulla maggior parte degli immobili di proprietà.

Questi dettagli incidono economicamente sulla decisione finale.

Richiedi l’analisi gratuita dei tuoi investimenti e scopri quanto puoi risparmiare ogni anno.

Quindi meglio il mutuo o l’affitto?

La risposta è: dipende!

Dipende dalla persona e dalle sue esigenze.

Il contingente rialzo dei tassi di interesse ha portato alla luce un vecchio problema sul mutuo, che non si verificava da più di 10 anni.

Se devi scegliere se comprare casa o vivere in affitto, valuta anche la situazione economica in corso.

Consigli utili:

  • Cerca l’istituto di credito che ti offre il miglior mutuo, non fermarti alla tua banca, evita il conflitto d’interesse;
  • Scegli la dimensione dell’immobile tenendo conto dei tuoi progetti familiari, se avrai uno o più figli oppure un parente anziano da accudire;
  • Se sei giovane e all’inizio della tua carriera lavorativa, valuta attentamente l’affitto, i soldi dell’anticipo risparmiati, puoi investirli per farli crescere;
  • La casa in cui vivrai non è un investimento, ma un bene durevole. Ricorda che per i tuoi eredi potrebbe anche essere di intralcio;
  • Se vuoi investire in immobili, valuta i REITs, strumenti finanziari che replicano l’attività delle aziende specializzate nel settore.

Come disse Benjamin Franklin “se volete conoscere il valore del denaro cercate di farvene prestare.”

 

 

Vuoi parlare con me? Prenota una call e scopri come migliorare i tuo investimenti

0Commenti

    Lascia un commento

    I nostri consulenti

    Tutti iscritti all’albo e indipendenti per vocazione, i nostri consulenti saranno al tuo servizio per farti raggiungere i tuoi obiettivi finanziari. Sono specializzati su risparmio, investimenti e protezione e ti proporranno le soluzioni più adeguate al tuo caso specifico e al tuo orizzonte temporale.

    Parla con un consulente
    Alberto_Froldi
    Marcello_Romano
    Davide_Fabbricotti
    MauroRicca
    Ilaria_Capezzuoli