HomeBlogPensione Quota 41: come funziona, requisiti e calcolo
Consulenza previdenziale

Pensione Quota 41: come funziona, requisiti e calcolo

Come si calcola la pensione Quota 41? In questo articolo ti parleremo delle ultime notizie per le pensioni con Quota 41.

Ci dispiace, non stiamo parlando di andare in pensione a 41 anni di età, ma come andarci prima con 41 anni di lavoro e versamenti, a prescindere dall’età anagrafica. Ne hai sicuramente sentito parlare molto in questi giorni se segui il tema pensioni, perché quota 41 si candida forse ad essere il nuovo standard per accedere alla pensione.

Come funziona?

Cos’è la legge Quota 41? 

La Quota 41 è una legge pensionistica che, come suggerisce anche il nome, permette ai lavoratori, che hanno versato i contributi per almeno 41 anni, di andare in pensione prima, a prescindere dalla loro età.

Attenzione, come si calcola Quota 41?

Per scoprire i requisiti per andare in pensione con Quota 41, bisogna fare riferimento alla pensione anticipata per lavoratori precoci, in quanto è proprio questa la normativa che permette a taluni lavoratori di smettere di lavorare prima dei canonici 42 anni e 10 mesi di contributi (41 anni e 10 mesi per lavatoratrici donne).

Pensione anticipata per lavoratori precoci

Il primo requisito, per accedere alla pensione Quota 41, o meglio alla pensione anticipata per lavoratori precoci, è quello di aver lavorato almeno 12 mesi prima del compimento dei 19 anni di età.

Il secondo requisito è come già detto quello di aver versato per almeno 41 anni. Per calcolare le settimane utili possiamo inserire i contributi a qualsiasi titolo versati, quindi anche i versamenti volontari, i riscatti, periodi figurativi, a patto che almeno 35 anni siano imputabili a contribuzione da lavoro effettivo.

Il terzo requisito, quello forse più difficile da soddisfare, è quello di rientrare all’interno di alcune categorie tutelate.

La pensione anticipata precoci è riservata ai contribuenti del sistema misto, quindi è solo per chi ha almeno un contributo versato prima del 01/01/1996. I contribuenti giovani, che hanno iniziato dopo il 1996, non hanno al momento questa opportunità di pensionamento.Pensione Quota 41: come funziona, requisiti e calcolo

Le categorie che possono accedere alla pensione Quota 41

Quali sono queste categorie e chi può ottenere le pensioni quota 41? Parliamo di categorie di lavoratori “svantaggiati”, ecco l’elenco completo:

  • chi è disoccupato e non percepisce da almeno tre mesi l’indennità di disoccupazione;
  • coloro i quali prestano cure e assistenza da almeno 6 mesi ad un familiare entro il II grado, convivente con handicap grave;
  • gli invalidi civili con oltre il 74% di invalidità;
  • i lavoratori addetti a mansioni particolarmente gravose e/o usuranti.

Quindi, se ti trovi in difficoltà o l’azienda è in crisi, puoi richiedere la disoccupazione se avviene un licenziamento, e, terminata quella, andare in pensione con Quota41, se hai inziato a lavorare da giovane.

La tua azienda è in crisi o ti è stato proposto un incentivo all’esodo? Scopri se puoi andare in pensione prima con Quota 41 oppure se ti conviene trovare altre soluzioni! Per saperlo hai bisogno di una consulenza previdenziale: possiamo aiutarti del capire quali conseguenze possono avere un licenziamento, la Naspi e/o un cessazione anticipata del rapporto di lavoro sulla tua pensione.

Apri le porte del Caveau più prezioso con risorse speciali per capire tutti i segreti e le trappole del mondo della pensione e aumentare il tuo assegno pensionistico!

Come si calcola Quota 41?

Il sistema di calcolo sarà quello misto: avrai una parte dell’assegno calcolato con il metodo retributivo e una parte con quello contributivo. La quota contributiva sarà probabilmente maggioritaria rispetto a quella retributiva.

Vediamo un esempio di come si calcola quota 41.

In questo caso prendiamo un uomo nato nel 1961 e che ha iniziato a lavorare a 17 anni. Se può vantare 52 settimane di lavoro svolto prima dei 19 anni di età, allora sarà un c.d. lavoratore precoce. Primo requisito? Presente, verificato.

Se il nostro amico ha lavorato per 41 anni ha anche il requisito contributivo, quindi la seconda condizione è perfezionata, possiamo passare all’ultima cosa da verificare, cioè le condizioni di svantaggio.

Mettiamo ora che la sua azienda non versi in buone acque e lo licenzi. In questo caso, essendo stato licenziato, può percepire la disoccupazione che durerà due anni al massimo. Una volta terminata la NAspi, dovrà ritornare a lavorare oppure pensare da solo a come arrivare alla pensione anticipata, però, se può far valere i due requisiti che abbiamo visto sopra, potrà andare in pensione con Quota 41, essendo un lavoratore che ha terminato di percepire l’indennità di disoccupazione.

Pensione anticipata Quota 41 o Ape sociale 2024? Abbiamo scritto per te un manuale con tutte le novità 2024 sulle pensioni.

Come presentare la domanda per Quota 41

La domanda di pensione di Quota 41 prevede due passaggi:

  1. in prima battuta si invia ad INPS la domanda di certificazione del diritto e successivamente si inoltra la domanda di pensione vera e propria. Con questo primo step vai a chiedere ad INPS se sussistono tutti i requisiti per accedere a questo tipo di pensione anticipata. L’ente previdenziale ti darà un riscontro positivo o negativo.
  2. Se l’esito è positivo, puoi procedere dando le dimissioni al tuo datore di lavoro oppure cessando la tua attività autonoma. Se sei un lavoratore disoccupato, non dovendo dare le dimissioni in quanto già licenziato, puoi anche inviare le due richieste insieme.

Per inviare la domanda di certificazione, bisogna rispettare delle tempistiche stabilite da INPS. Le istanze presentate entro il 1 marzo sono considerate tempestive e hanno la priorità sulle altre.  Tuttavia, le domande presentate in ritardo, saranno prese in considerazione se inoltrate fino al 30 novembre, se sei in ritardo affrettati al fine di garantirti che vengano prese in considerazione.

La domanda va presentata online attraverso il sito INPS che ricordiamo non è questo, né il numero verde che vi mette in contatto con INPS.

pensione anticipata quota 41

Pensioni quota 41, tutte le ultime notizie

Con la Legge di Bilancio 2024 non ci sono state delle modifiche oppure estensioni della Quota 41 e la normativa precoci è rimasta uguale a quella degli anni scorsi.

Non possono andare in pensione in Quota 41 tutti, ma solo quei lavoratori precoci che soddisfano le condizioni previste dalla legge (disoccupati, caregiver, invalidi civili o addetti a mansioni usuranti o gravose). Eppure, i dubbi e gli studi sulla convenienza della misura sono molti. Il sistema è in gabbia e cerca soluzioni, la riforma delle pensioni tarda ad arrivare.

Con Quota 41 si può andare in pensione prima, ma non così tanto prima. Rispetto ai requisiti della pensione anticipata ordinaria ex legge Fornero, parliamo di uno sconto di 10 mesi per le donne e 1 anno e 10 mesi per gli uomini. Andando in pensione prima del previsto, ad età anagrafiche più basse, o meglio come precoci, si potrebbe avere un assegno pensionistico molto più basso di quello sperato.

Oltre a capire sapere se effettivamente si può smettere di lavorare prima ed andare in pensione con Quota 41, bisogna avvalersi di una consulenza previdenziale, per conoscere l’importo dell’assegno pensionistico incassabile. Così eviterai di andare in pensione prima, ma con un’entrata mensile insufficiente a soddisfare le proprie esigenze economiche.

Fai chiarezza ora sulla tua situazione previdenziale e aumenta il tuo assegno pensionistico con la nostra consulenza!

A quanti anni si va in pensione?

Come si calcola la pensione Quota 41? In questo articolo ti parleremo delle ultime notizie per le pensioni con Quota 41. Ci dispiace, non stiamo parlando di andare in pensione a 41 anni di età, ma come andarci prima con 41 anni di lavoro e versamenti, a prescindere dall’età anagrafica. Ne hai sicuramente sentito parlare […]

3 trucchi per aumentare la pensione

Come si calcola la pensione Quota 41? In questo articolo ti parleremo delle ultime notizie per le pensioni con Quota 41. Ci dispiace, non stiamo parlando di andare in pensione a 41 anni di età, ma come andarci prima con 41 anni di lavoro e versamenti, a prescindere dall’età anagrafica. Ne hai sicuramente sentito parlare […]

Come andare in pensione prima e guadagnare di più: 5 strategie efficaci

Come si calcola la pensione Quota 41? In questo articolo ti parleremo delle ultime notizie per le pensioni con Quota 41. Ci dispiace, non stiamo parlando di andare in pensione a 41 anni di età, ma come andarci prima con 41 anni di lavoro e versamenti, a prescindere dall’età anagrafica. Ne hai sicuramente sentito parlare […]