HomeBlogPerché i giovani non pensano alla pensione?
Consulenza previdenziale

Perché i giovani non pensano alla pensione?

Stai pensando alla tua pensione? La risposta che spesso si ottiene soprattutto dai più giovani è: “Ma va! Non so nemmeno cosa farò domani, figurati se penso a una cosa tanto lontana”. Perché succede questo? Perché soprattutto i giovani, che sarebbero quelli ad avere i maggiori benefici, non capiscono che devono risparmiare oggi per la loro pensione di domani?

In questo articolo proviamo a dare una risposta a questa domanda. Scopriamo come questo tipo di comportamento è strettamente legato al nostro io inconscio che spesso, come sappiamo, è capace di giocarci davvero dei brutti scherzi!

Pensione: una tragedia sociale annunciata e la cecità dei giovani

La realtà dei fatti, confermata dai dati forniti dalla statistica ISTAT è che in media gli assegni pensionistici arrivano oggi a circa 1.000 euro al mese. Sappiamo che le cose non potranno che peggiorare nel futuro, a causa di tutti quei fattori strutturali, anagrafici ed economici che non andiamo ad approfondire in questa sede.

Sei interessato a sapere quali sono i fattori strutturali che potrebbero portare alla crisi del sistema pensioni? Leggi il nostro articolo “L’apocalisse delle pensioni”.

pensione giovani

Cosa significa in pratica? Immaginiamolo insieme! Pensa che, una volta che sarai andato in pensione, sicuramente non potrai più permetterti il tenore di vita a cui sei abituato. Immagina di vedere il tuo primo assegno di pensione dimezzato rispetto al tuo ultimo stipendio o reddito da lavoro. Immagina di dover scegliere tra ridurre drasticamente il tuo tenore di vita o lavorare ulteriormente, per poterlo mantenere, in un periodo della tua vita in cui però sarai più stanco e meno prestante per via dell’età.

Il traguardo della pensione diventa un rompicapo, un incubo e non un sogno.

Immagina, infine, di scoprire che ci sarebbe stato un modo per evitare tutto questo, un salvagente, un’ancora di salvezza. Se solo avessi fatto le scelte giuste e avessi pensato alla tua pensione quando eri più giovane! Questo salvagente esiste davvero e ha un nome: previdenza complementare.

Sai qual è la cosa più sconvolgente? Pochissime persone stanno considerando questa opportunità: poche persone, soprattutto tra i giovani, non stanno risparmiando sufficientemente per la loro pensione. Qui sotto ne abbiamo la prova: è il tasso di partecipazione a forme pensionistiche per fasce di età.

pensione giovani

 

Vuoi risparmiare per la tua pensione futura e vuoi capire cos’è una rendita integrativa? Leggi il nostro articolo dedicato alla pensione integrativa. Se vuoi saperne di più, puoi entrare nel nostro Caveau delle pensioni, per scoprire la guida completa sui fondi pensione.

La ragione ha origini inconsce

Ai giovani non piace pensare che un giorno saranno vecchi. Il loro cervello rifiuta questa idea. Ti ricordi FaceApp, quell’applicazione che ci permetteva di vedere l’immagine di noi stessi da vecchi? Ti ricordi la prima reazione e senzazione che hai avuto? Lasciami indovinare: o ti sei girato dall’altra parte oppure ti sei coperto gli occhi nel totale fastidio e rifiuto di vedere quell’immagine. Perchè? Psicologicamente un giovane non riesce ad identificarsi con chi sarà nel futuro e la conseguenza è che inconsciamente questa persona del futuro viene percepita come un estraneo.

Quindi qual è il meccanismo che scatta nel cervello? Se dovessimo scegliere tra comprare qualcosa che desideriamo in questo momento oppure risparmiare, facendo quindi un sacrificio, per il nostro “IO” del futuro, perché mai dovremmo scegliere di fare un regalo o un favore per una persona che non conosciamo?

La realtà dei fatti è che noi siamo più portati a fare sacrifici per le persone che conosciamo e per le quali proviamo empatia e a cui vogliamo bene: amici, genitori, figli.

Per il nostro “IO” del futuro non proviamo alcuna empatia e, di conseguenza, non siamo in grado di fare dei sacrifici per lui.

Non lasciarti spaventare. Puoi iniziare a familiarizzare con l’argomento e scoprire tanti trucchi con la nostra guida completa sulle pensioni: il Caveau Pensioni.

Giovani e pensione: la visualizzazione come strumento

La prima cosa che dovresti fare è esercitarti a identificarti nella persona che diventerai quando andrai in pensione. Devi cercare di immaginare te stesso nel futuro e cercare di vivere le sensazioni di quei momenti.

Immagina le sensazioni e le emozioni che si scatenerebbero a seguito della scoperta che il tuo assegno pensionistico è la metà del tuo ultimo stipendio e che quindi non potrai più permetterti la vita di prima. Fatti trasportare da queste emozioni.

Sentile, falle tue e chiediti: “Voglio arrivare in quella stessa situazione o voglio garantirmi una vecchiaia serena dopo tanti anni di lavoro e sacrifici?

Immaginare noi stessi nel futuro, quindi visualizzare immagini di noi invecchiati, ci aiuta a creare empatia verso le persone che saremo e a motivarci inconsciamente a pensare al nostro obiettivo di lungo periodo, ovvero quello di andare in pensione e goderci la vita.

Avere un metodo e pianificare con un esperto

Un’altra cosa importante da fare è affidarsi a un consulente previdenziale indipendente che ci faccia da guida.

Ulisse, per soddisfare un bisogno emotivo, cioè quello di sentire il canto delle sirene, ma allo stesso tempo non far schiantare la sua imbarcazione, adotta un metodo ben preciso: mette la cera nelle orecchie dei marinai e si fa legare all’albero maestro dal suo primo marinaio. Così non può mettere in pericolo nessuno sotto l’effetto del canto delle sirene.

Cosa significa? Il consulente indipendente come il primo marinaio di Ulisse, tramite una pianificazione previdenziale accurata, fornisce un metodo chiaro che aiuta a non farsi condizionare negativamente dal nostro IO emotivo che sappiamo fare spesso molti danni alle nostre finanze, soprattutto a lungo termine.

Cogli l’attimo! Scegli la nostra consulenza per ottimizzare subito la tua situazione previdenziale e chissà magari raddoppiare il tuo assegno pensionistico!

3 trucchi per aumentare la pensione

Stai pensando alla tua pensione? La risposta che spesso si ottiene soprattutto dai più giovani è: “Ma va! Non so nemmeno cosa farò domani, figurati se penso a una cosa tanto lontana”. Perché succede questo? Perché soprattutto i giovani, che sarebbero quelli ad avere i maggiori benefici, non capiscono che devono risparmiare oggi per la […]

A quanti anni si va in pensione?

Stai pensando alla tua pensione? La risposta che spesso si ottiene soprattutto dai più giovani è: “Ma va! Non so nemmeno cosa farò domani, figurati se penso a una cosa tanto lontana”. Perché succede questo? Perché soprattutto i giovani, che sarebbero quelli ad avere i maggiori benefici, non capiscono che devono risparmiare oggi per la […]

Consulente previdenziale indipendente: chi è e cosa fa?

Stai pensando alla tua pensione? La risposta che spesso si ottiene soprattutto dai più giovani è: “Ma va! Non so nemmeno cosa farò domani, figurati se penso a una cosa tanto lontana”. Perché succede questo? Perché soprattutto i giovani, che sarebbero quelli ad avere i maggiori benefici, non capiscono che devono risparmiare oggi per la […]