Società di Consulenza Finanziaria Indipendente

Contattaci 02 5407 9537 Lun-Ven 9-19

HomeBlogViaggio al centro della DeFi: la Finanza Decentralizzata
DeFi e finanza decentralizzata

Viaggio al centro della DeFi: la Finanza Decentralizzata

La finanza decentralizzata o DeFi è l’insieme di tutti i prodotti o i servizi, nati all’interno del mondo delle criptovalute, che consentono agli utenti di utilizzare servizi finanziari come prestito, inteso sia come richiesta di prestito che concessione delle proprie finanze a prestito, in cambio del pagamento di un corrispettivo, senza la necessità di fare affidamento su entità centralizzate come banche o società finanziarie.

Dove avviene la DeFi?

Tutte le transazioni all’interno dell’ecosistema della finanza decentralizzata avvengono all’interno della blockchain, ovvero quello che potremmo definire, in parole semplici, come un registro di contabilità condiviso e immutabile che facilita il processo di registrazione delle transazioni e la tracciabilità dei beni in una rete commerciale.

Ad oggi esistono molte blockchain, ma in principio la DeFi è nata e prosperata all’interno dell’ecosistema di Ethereum.

Ad oggi la maggior parte dei servizi e prodotti DeFi è stata progettata e ospitata su questa blockchain, anche se molti sviluppatori stanno sviluppando progetti su altre piattaforme in quanto ognuna ha le sue peculiarità in termini di sicurezza, decentralizzazione e scalabilità ( ciò che nel mondo delle criptovalute viene definito come “trilemma”).

Quali sono le categorie della DeFi?

Sebbene quello DeFi sia un mondo in continua evoluzione potremmo suddividerlo in 5 categorie principali:

  1. Stablecoins (monete stabili)
  2. Prestito (richiesto o concesso)
  3. Scambi
  4. Pagamenti
  5. Governo

Richiedi l’analisi gratuita dei tuoi investimenti e scopri quanto puoi risparmiare ogni anno.

Stablecoins e DeFi

I prezzi delle criptovalute sono noti per essere altamente volatili, è comune infatti che le criptovalute abbiano oscillazioni giornaliere superiori al 10%.

Per mitigare questa volatilità, le stablecoins hanno un valore che è ancorato a monete tradizionali come ad esempio il dollaro americano.

Ad esempio, esiste Tether (UsdT), che è stata una delle prime stablecoin ad essere introdotta.

Ogni UsdT dovrebbe essere supportato da 1 dollaro sul conto bancario dell’emittente, tuttavia, uno dei principali rischi è che gli utenti devono fidarsi che le riserve in dollari americani siano completamente garantite ed esistano effettivamente.

Prestito (richiesto o concesso)

I sistemi finanziari tradizionali richiedono agli utenti di disporre di conti correnti bancari per utilizzare i propri servizi, ma ad oggi più di 1,5 miliardi di persone nel mondo non ne possiedono.

Prendere in prestito dalle banche comporta altre restrizioni, come avere un buon merito creditizio ed avere garanzie sufficienti per convincerle di poterle rimborsare.

La DeFi rimuove questa barriera, consentendo a chiunque di utilizzare le proprie criptovalute per ottenere prestiti.

Si può anche mettere a disposizione la propria liquidità in modo tale che venga prestata, ricevendo in cambio il pagamento di interessi.

In questo caso, oltre al rischio sopracitato in tema di stablecoins, abbiamo ulteriori rischi legati alla piattaforma utilizzata (che potrebbe essere stata creata con intenti malevoli dagli sviluppatori, o che potrebbe subire un attacco informatico allo scopo di prosciugare l’intera liquidità presente).

Ricordiamoci sempre che il rendimento e il rischio vanno sempre di pari passo, ad alti rendimenti corrispondono alti rischi, è sempre bene quindi informarsi molto approfonditamente sui rischi prima di farsi abbagliare dai rendimenti. Nel mentre è sempre bene astenersi perché il rischio di perdere l’intero capitale all’interno del mondo delle criptovalute è molto alto.

Gli scambi nella DeFi

Per scambiare una criptovaluta con un’altra, è possibile utilizzare delle piattaforme di exchange, tra le più note abbiamo Binance e Coinbase.

Scambi come questi sono centralizzati, nel senso che queste piattaforme sono sia gli intermediari che i custodi delle criptovalute negoziate.

Gli utenti di questi scambi non hanno il controllo completo delle proprie risorse, e quindi le possono mettere a rischio se gli scambi vengono violati e non sono in grado di ripagare i propri obblighi.

Gli scambi decentralizzati mirano a risolvere questo problema consentendo agli utenti di scambiare criptovalute senza rinunciare alla custodia di quest’ultime.

In tal caso noi saremo gli unici custodi delle nostre criptovalute all’interno dei nostri wallet digitali, elimineremo il problema del rischio di solvibilità degli exchange centralizzati, ma ci assumeremo completamente il rischio di perdere le chiavi di accesso private e con essere tutte le nostre risorse presenti su quel wallet e avremo anche il rischio di subire attacchi informatici ai nostri dispositivi che potrebbero trovare le nostre chiavi private e prosciugare tutte le nostre risorse.

Come sempre non esiste la panacea di tutti i mali, ma per poter fare una scelta consapevole e più adatta alle nostre esigenze è necessario conoscere profondamente i rischi e i benefici di ogni singola scelta.

Parla con un nostro consulente e scopri come migliorare i tuoi investimenti: è GRATIS.

I pagamenti nella DeFi

Un ruolo chiave delle criptovalute è consentire il trasferimento di monete. Con la crescita della DeFi, vengono innovati e sperimentati metodi di pagamento più creativi.

Esistono ad esempio piattaforme che offrono rendimenti migliori a chi sottoscrive una carta di credito e vincola per determinati periodi la sua liquidità investendo nella criptovaluta proprietaria di tale piattaforma, o ancora offre un cashback sugli acquisti in base a quanta liquidità viene vincolata.

Il governo nella DeFi

Il governo o governance è essenzialmente l’idea di gestione aziendale delle criptovalute.

Affinché i protocolli DeFi gestiscano un progetto, vengono spesso introdotti dei token di governance (che hanno un valore come le criptovalute ma non nascono con lo scopo di rappresentare una valuta) per dare agli utenti che li possiedono il potere di voto e avere voce in capitolo nella tabella di marcia del protocollo.

Il potere di voto è proporzionale alla quantità di token di governance che un utente possiede, ultimamente infatti all’interno di molti protocolli sono in corso delle vere e proprie “battaglie” per accaparrarsi più token possibili e direzionare le scelte a proprio favore.

Attenzione ai rischi della finanza decentralizzata (DeFi)

Sebbene la DeFi sia un argomento molto affascinante e i rendimenti offerti possano esercitare una forte attrazione per molti, è bene ricordare il granitico ed indissolubile rapporto tra i rendimenti e i rischi.

La DeFi è un sistema molto giovane e allo stesso tempo molto complesso.

Rispetto ai mercati tradizionali e regolamentati è poco più che un neonato e non ha ancora superato la prova del tempo per essere analizzato con uno storico che abbia una validità statistica.

Non è da sottovalutare inoltre il fatto che la mancanza totale di regolamentazione da una parte, l’incredibile volatilità delle criptovalute dall’altra e non ultimo il rischio di vedere prosciugate totalmente le proprie risorse a causa di attacchi informatici, rappresentano rischi in grado di azzerare totalmente le nostre risorse.

Conclusione della prima parte del viaggio al centro della DeFi

Il mondo della DeFi è molto ampio, in continua evoluzione e in alcuni aspetti molto complesso, ma in questo articolo ho provato a spiegarne le principali caratteristiche nel modo più semplice possibile.

Spero che possa averti aiutato a capirne di più nel caso in cui sia un argomento a te poco conosciuto, o a darti spunti di riflessione sui rischi nel caso in cui tu la stia utilizzando.

Ricorda che potresti perdere interamente tutto ciò che hai investito, dedica quindi solo una piccolissima parte del tuo capitale alla DeFi, la parte che sei disposto a vedere azzerata senza ripercussioni in caso di eventuali problemi.

Vuoi parlare con me? Prenota una call e scopri come migliorare i tuo investimenti

0Commenti

    Lascia un commento

    I nostri consulenti

    Tutti iscritti all’albo e indipendenti per vocazione, i nostri consulenti saranno al tuo servizio per farti raggiungere i tuoi obiettivi finanziari. Sono specializzati su risparmio, investimenti e protezione e ti proporranno le soluzioni più adeguate al tuo caso specifico e al tuo orizzonte temporale.

    Parla con un consulente
    DavideMerlizzi
    Ballantini
    RiccardoPaitoniFaustinoni
    Federico_Michielotto
    Davide_Fabbricotti