Rectangle 269
Pensione integrativa

Guda completa

Pensione integrativa: tutto quello che c'è da sapere

La pensione integrativa è una forma di previdenza privata che ti permette di accumulare un capitale aggiuntivo da aggiungere alla tua pensione pubblica erogata dall'INPS o da altri enti. Si tratta di una soluzione sempre più richiesta dagli italiani, vista la riduzione delle pensioni future e l'aumento dell'età pensionabile. Ma come funziona la pensione integrativa? Quali sono i vantaggi e gli svantaggi? In questo articolo cercheremo di rispondere a queste e ad altre domande, per aiutarti a capire se la pensione integrativa fa al caso tuo.

Introduzione

La pensione integrativa è una forma di risparmio a lungo termine che ha lo scopo di integrare la pensione pubblica, garantendo un reddito supplementare al momento del pensionamento, si basa sul principio del contributo definito, ovvero il capitale che si riceve dipende dai versamenti effettuati e dai rendimenti ottenuti dagli investimenti.

La pensione integrativa è gestita da soggetti privati, come banche, assicurazioni o società di gestione del risparmio (SGR), oppure istituita dalle associazioni dei datori di lavoro e dei lavoratori., è volontaria, ma può essere incentivata con agevolazioni fiscali dal datore di lavoro o dallo Stato.

La pensione integrativa è una scelta importante, che richiede una pianificazione e una consulenza adeguata. Infatti, prima di aderire a una forma di pensione integrativa, bisogna valutare la propria situazione personale, professionale e finanziaria, e definire i propri obiettivi di risparmio e di rendita. Inoltre, bisogna scegliere il fondo pensione più adatto alle proprie esigenze, confrontando le diverse offerte disponibili sul mercato. Infine, bisogna stipulare un contratto con il soggetto gestore, versando i contributi previsti e monitorando periodicamente l’andamento del proprio piano.

In questo articolo, ti spiegheremo cos’è la pensione integrativa, perché conviene sceglierla, come funziona, quali sono le tipologie e come aderire. Inoltre, ti forniremo una tabella riassuntiva per confrontare le diverse opzioni, e ti risponderemo alle domande più frequenti sul tema.

Investire per andare in pensione prima

Investire nel lungo termine non è mai sbagliato. La risorsa tempo è la chiave del successo di qualsiasi investimento per il futuro Investire per smettere di lavorare o per evitare una pensione infame. Investire per i propri figli e risparmiare dei soldi attraverso gli investimenti è uno dei migliori regali di vita che potreste lasciargli tra 50 anni.

Guarda questo video di approfondimento

In questo video di approfondimento fatto da Danilo Zanni CEO e amministratore delegato di IoInvesto SCF capirai come prepararti alla vecchiaia e poter smettere di lavorare prima grazie alla creazione di un doppio risparmio: uno per creare una rendita complementare alla pensione e l’altro per mantenere il proprio tenore di vita nel periodo in cui si esce anticipatamente dal lavoro. Se non ti senti sicuro nel pianificare la tua pensione da solo, puoi farti aiutare richiedendo una consulenza previdenziale gratuita e capire come aumentare la tua pensione futura in modo certo con l’aiuto di un professionista del settore come un consulente finanziario indipendente che lavora solo per gli interessi del cliente con un approccio “fee only”.

Perché scegliere la pensione integrativa?

Ci sono diversi motivi per cui conviene scegliere la pensione integrativa, tra cui:
1
Aumentare il proprio reddito futuro

Secondo le stime dell’OCSE, il tasso di sostituzione, ovvero il rapporto tra la pensione e l’ultimo stipendio, passerà dal 58% del 2019 al 48% del 2050. Questo significa che la pensione pubblica coprirà solo una parte del reddito che si percepiva da lavoratori, e che sarà necessario integrarla con altre fonti.

2
Avere flessibilità e personalizzazione

Potendo scegliere la tipologia, la modalità e la frequenza dei versamenti, il profilo di investimento, la forma e la durata della rendita, e la possibilità di riscatto anticipato prima del pensionamento. La pensione integrativa si adatta alle esigenze e alle preferenze di ciascun risparmiatore, offrendo una gamma di soluzioni diverse.

3
Beneficiare di vantaggi fiscali sui rendimenti

I rendimenti sono tassati al 20%, una percentuale inferiore rispetto ad altre forme di investimento. Inoltre, la rendita è soggetta a una tassazione agevolata, che varia in base all’età di pensionamento e alla durata del piano.

4
Beneficiare di vantaggi fiscali sui versamenti

I versamenti sono deducibili dal reddito imponibile fino a un limite di 5.164,57 euro annui (che possono salire fino a 7.746,86 euro per i lavoratori con prima occupazione successiva al 2007).

Come funziona la pensione integrativa?

La pensione integrativa funziona in modo semplice:

  • si versano dei contributi a un soggetto gestore, che li investe sui mercati finanziari secondo il profilo di rischio scelto;
  • il capitale accumulato viene poi restituito sotto forma di rendita al momento del pensionamento, o in alternativa in un’unica soluzione o parte in rendita e parte in capitale.

La pensione integrativa si può attivare in diversi modi, a seconda della tipologia:

  • Fondo pensione: si tratta di uno strumento di investimento, costituito da intermediari finanziari o da un’associazione di lavoratori, da un’organizzazione sindacale o da una categoria professionale. Il fondo pensione può essere chiuso, se riservato ai soli aderenti a determinate categorie, o aperto, se accessibile a tutti.
  • PIP: si tratta di un piano individuale pensionistico offerto dalle assicurazioni. Il PIP è una forma di pensione integrativa personalizzata, che consente al risparmiatore di scegliere il gestore, il profilo di investimento, la durata e la forma della rendita.

Tipologie di pensione integrativa

Caratteristiche del fondo pensione

  • Il fondo pensione è costituito da un patrimonio autonomo e separato da quello dell’entità che l’ha creato, gestito da gestori professionali con il supporto di società specializzate.
  • Il fondo pensione investe i contributi dei partecipanti in diversi strumenti finanziari, come azioni, obbligazioni, fondi comuni, ecc., secondo il profilo di rischio scelto dal risparmiatore (prudente, bilanciato, dinamico, ecc).
  • Il fondo pensione restituisce il capitale accumulato sotto forma di rendita vitalizia al momento del pensionamento, o in alternativa in capitale o in quote parziali.
  • Il fondo pensione prevede la possibilità di riscattare anticipatamente il proprio capitale in caso di gravi motivi, come malattia, disoccupazione, acquisto della prima casa, ecc. Inoltre, il fondo pensione prevede la possibilità di trasferire il proprio capitale a un altro fondo pensione o a un PIP, senza perdere i vantaggi fiscali.

Vantaggi e svantaggi del fondo pensione

Il fondo pensione è una forma di pensione integrativa vantaggiosa, sia dal punto di vista economico che sociale ma presenta anche alcuni svantaggi, che vanno considerati prima di aderire.

Vantaggi

  • Aumentare il reddito futuro: il fondo pensione consente di aumentare il proprio reddito futuro, integrando la pensione pubblica con una rendita supplementare, che dipende dai contributi versati e dai rendimenti ottenuti.
  • Agevolazioni fiscali: il fondo pensione beneficia di agevolazioni fiscali, sia sui versamenti che sui rendimenti. I versamenti sono deducibili dal reddito imponibile fino a un limite di 5.164,57 euro annui (che sale fino a 7.746,86 euro per i lavoratori con prima occupazione dal 2007). I rendimenti sono tassati al 20%, una percentuale inferiore rispetto ad altre forme di investimento. Inoltre, la prestazione finale, in rendita o in capitale, è soggetta a una tassazione agevolata, che varia in base all’età di pensionamento e alla durata del piano.
  • Sicurezza e trasparenza: il fondo pensione offre una grande sicurezza e trasparenza, essendo sottoposto a una rigorosa vigilanza da parte della COVIP (Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione).

Svantaggi

  • Costi di gestione: il fondo pensione comporta dei costi di gestione, che incidono sul rendimento finale del piano. I costi di gestione possono variare in base al tipo di fondo, al profilo di investimento, alla modalità di adesione, ecc. È quindi importante confrontare le diverse offerte e verificare i costi effettivi.
  • Vincoli di durata e di liquidità: il fondo pensione implica dei vincoli di durata e di liquidità, che limitano la disponibilità del capitale accumulato. Il fondo pensione prevede infatti una durata minima di 5 anni, e non consente di riscattare il proprio capitale prima del pensionamento, salvo gravi motivi.
  • Rischi di mercato: il fondo pensione comporta dei rischi di mercato, che dipendono dalle oscillazioni dei prezzi degli strumenti finanziari in cui sono investiti i contributi. Il fondo pensione non garantisce infatti un rendimento minimo o una rendita certa, ma solo una rendita variabile, che può essere più alta o più bassa a seconda dell’andamento dei mercati.

Hai già aderito alla previdenza complementare e stai versando nel Fondo pensione che ti hanno consigliato. Sei proprio sicuro che è la cosa giusta? Dei costi eccessivi applicati dal Fondo potrebbero rovinare i tuoi rendimenti. Noi possiamo verificare la validità dei Fondi pensione che hai in essere con la nostra consulenza pensionistica gratuita: richiedila ora.

11 strumenti gratuiti

Incrementa il tuo assegno pensionistico futuro

Trasforma la tua pensione futura: da un assegno pubblico troppo basso a una rendita vitalizia ottimizzata per avere un tenore di vita molto più alto. Scopri come azzerare il Gap Previdenziale e vai in pensione in anticipo!

Accedi al caveau gratis
Caveau Previdenza – bundle

Caratteristiche del PIP

Tipologie di pensione integrativa

Il PIP è una forma di pensione integrativa individuale, offerta dalle compagnie assicurative. Il PIP è una forma di pensione integrativa personalizzata, che consente al risparmiatore di scegliere il gestore, il profilo di investimento e la forma della rendita.

 Caratteristiche:

  • il PIP è costituito da un contratto assicurativo stipulato tra il risparmiatore e il gestore, che è sempre una compagnia assicurativa. Il gestore si occupa di investire i contributi del risparmiatore in diversi strumenti finanziari, come azioni, obbligazioni, fondi comuni, ecc., secondo il profilo di rischio scelto dal risparmiatore (prudente, bilanciato, dinamico, ecc.).
  • il PIP restituisce il capitale accumulato sotto forma di rendita. Il capitale può essere restituito al momento del pensionamento, o in alternativa sotto forma di capitale.
  • il PIP prevede la possibilità di riscattare anticipatamente il proprio capitale. In caso di gravi motivi, come malattia, disoccupazione, acquisto della prima casa, ecc. Inoltre, il PIP prevede la possibilità di trasferire il proprio capitale a un altro PIP o a un fondo pensione, senza perdere i vantaggi fiscali.

Vantaggi e svantaggi del PIP

Il PIP è una forma di pensione integrativa vantaggiosa, sia dal punto di vista economico che personale ma presenta anche alcuni svantaggi, che vanno considerati prima di aderire

Vantaggi

Aumentare il reddito futuro

Il PIP consente di aumentare il proprio reddito futuro, integrando la pensione pubblica con una rendita supplementare, che dipende dai contributi versati e dai rendimenti ottenuti.

Agevolazioni fiscali sui versamenti

 Il PIP beneficia di agevolazioni fiscali sui versamenti. I versamenti sono deducibili dal reddito imponibile fino a un limite di 5.164,57 euro annui (o 7.746,86 euro per i lavoratori con prima occupazione dal 2007). 

Agevolazioni fiscali sui rendimenti

 Il PIP beneficia di agevolazioni fiscali sui rendimenti. I rendimenti sono tassati al 20%, una percentuale inferiore rispetto ad altre forme di investimento. Inoltre, la rendita è soggetta a una tassazione agevolata, che varia in base all’età di pensionamento e alla durata del piano.

Flessibilità e personalizzazione

 Il PIP offre una maggiore flessibilità e personalizzazione, essendo basato sul principio della libertà di scelta, ovvero la possibilità di scegliere il gestore, il profilo di investimento, e la forma della rendita.

Svantaggi

Contratto con una compagnia assicurativa

Il PIP è costituito da un contratto assicurativo stipulato tra il risparmiatore e il gestore, che è sempre una compagnia assicurativa. Il gestore si occupa di investire i contributi del risparmiatore in diversi strumenti finanziari, come azioni, obbligazioni, fondi comuni, ecc…

Restituzione del capitale accumolato

Il PIP restituisce il capitale accumulato sotto forma di rendita al momento del pensionamento, o in alternativa sotto forma di capitale.

Rischi di mercato

 Il PIP comporta dei rischi di mercato, che dipendono dalle oscillazioni dei prezzi degli strumenti finanziari in cui sono investiti i contributi. Il PIP non garantisce infatti un rendimento minimo o una rendita certa al pensionamento, ma solo una rendita che sarà più alta o più bassa a seconda dell’andamento dei mercati. 

Costi

I costi del PIP sono mediamente più alti rispetto ai fondi pensione chiusi o aperti, e questo vuol dire che il montante finale per l’aderente sarà più basso

Aumenta il tuo assegno pensionistico da subito

In questo articolo hai compreso quali sono le principali alternative alla pensione integrativa, che possono essere più convenienti o adatte a seconda dei casi. Adesso è il momento di passare al livello successivo e di proteggere e massimizzare il tuo futuro economico richiedendo una consulenza previdenziale gratuita e senza impegno. Affidati ai nostri consulenti finanziari indipendenti e iscritti all’albo, che analizzeranno la tua situazione previdenziale.

6 benefici immediati:

  • Vai in pensione in anticipo: potrai lavorare fino a 2 anni in meno quindi avere fino a 2 anni in più di libertà dal lavoro.
  • Azzeri il gap pensionistico: eviterai dimezzamenti improvvisi del tuo reddito e non perderai il tuo tenore di vita.
  • Abbatti le tasse: accedi subito ai vantaggi fiscali come le deduzioni sui contributi e la tassazione agevolata sul prelievo.
  • Rendita da pensione più alta: ti assicuri di non lasciare nemmeno un euro sul tavolo e ricevi una pensione più alta.
  • Professionalità Vs superficialità: finalmente avrai calcoli garantiti, tempi rapidi e risposte certe.
  • Siamo regolamentati: a differenza di tutti gli altri enti previdenziali, noi siamo una società iscritta all’albo e quindi siamo vigilati dall’OCF a garanzia di tutti i clienti.
Richiedi ora la consulenza previdenziale gratis
CTA GENERICA (3)

+2.500 clienti soddisfatti

Leggi le recensioni dei nostri clienti

Verificata
Soddisfazione garantita
Da quando mi affido a IoInvesto SCF, a partire da settembre 2022, ho notevolmente migliorato la gestione delle mie risorse finanziarie. Sono riuscito a ridurre le spese legate ai vari fondi precedentemente sottoscritti con banche e assicurazioni, le quali erodevano una parte significativa dei miei rendimenti annuali con le loro commissioni di gestione. Ho anche riformulato il mio approccio al risparmio pensionistico, optando per un fondo pensione settoriale decisamente più vantaggioso rispetto a quello che avevo in precedenza. Raccomando vivamente a chiunque di intraprendere questo cammino di ottimizzazione finanziaria; ne resterete piacevolmente sorpresi!
Verificata
Assistenza qualificata e precisa
Ho ricevuto supporto da parte di tecnici qualificati e pronti ad aiutare, i quali hanno fornito risposte precise alle mie domande, orientandomi nella selezione del piano pensionistico più conforme alle mie esigenze economiche. Il mio ringraziamento va a loro.
Verificata
Impressioni iniziali molto positive
La mia esperienza con l'azienda e i suoi consulenti è finora estremamente positiva. Nonostante sia agli albori di questo percorso, percepisco di aver imboccato la strada corretta. Un ringraziamento particolare va al mio consulente, il quale ha mostrato grande competenza e una notevole capacità di comprensione delle mie necessità, oltre a essere stato cordiale, disponibile e persino piacevole nella conversazione, un aspetto sempre apprezzabile. Siamo all'inizio del nostro cammino: abbiamo già pianificato un piano di accumulo per mio figlio e ci apprestiamo a regolare il fondo pensione, a considerare la possibilità di una polizza assicurativa e a iniziare un piano di accumulo anche per me, tutto focalizzato sui miei obiettivi e l'orizzonte temporale che ho a disposizione. In conclusione, sono convinto che affidarmi a questa azienda sia stata decisamente la decisione migliore!
Verificata
Consulenti affidabili, esperti e accessibili
Ho intrapreso un percorso con questa squadra e, con il supporto di un consulente esperto, abbiamo riuscito a riequilibrare il mio portafoglio e a migliorare la gestione delle spese in ambito investimenti, assicurativo e previdenziale. Si sono mostrati sempre pronti a fornire dettagliate spiegazioni su ogni operazione e a dissipare ogni perplessità!
Verificata
Pianificazione finanziaria efficace
Nei primi sei mesi di collaborazione con il consulente Filippo Sbrissa, ho già conseguito i miei traguardi a breve termine. Abbiamo iniziato focalizzandoci sulla mia situazione previdenziale, operando un cambio di fondo pensione che mi consentirà di risparmiare sulle commissioni e di massimizzare l'investimento per il futuro. Abbiamo poi rivisto gli investimenti finanziari, liquidando alcune posizioni troppo onerose e creando un portafoglio di ETF adeguato al mio profilo di rischio. Il consulente è stato prezioso anche nell'assistenza fiscale, nella gestione delle minusvalenze e nel trasferimento delle stesse dal vecchio gestore al mio conto bancario. Un vantaggio distintivo è stata la possibilità di mantenere il pieno controllo delle operazioni. Lo raccomando a chi cerca una pianificazione finanziaria attenta e prospettica.

Gratis! 11 risorse gratuite

Vuoi andare in pensione in anticipo e con un assegno più alto?

Abbiamo preparato per te 11 strumenti esclusivi che ti guidano passo passo verso un incremento del tuo assegno pensionistico futuro, azzerare il gap previdenziale e andare in pensione in anticipo.

Ecco stai per ricevere:

  • 1 manuale pratico: scopri come anticipare e aumentare la pensione. Ricevi un esempio di un cliente che ha ottenuto oltre 65.000€ in 25 anni.
  • 3 guide operative: ottieni una guida completa sulle pensioni, inclusi gli aggiornamenti più recenti del 2024.
  • L’elenco completo dei fondi pensione: una lista pronta all’uso dei migliori fondi pensione per orientarti verso la scelta più adatta alle tue necessità.
  • Video corso “come selezionare il fondo pensione ideale”: 8 video lezioni per individuare il fondo pensione più adatto a te.
  • 5 video bonus: scopri come calcolare il fabbisogno finanziario per la pensione anticipata, esplora strategie di risparmio e investimento per un futuro previdenziale sereno.
Aceedi gratis al Caveau
Caveau Previdenza – bundle

Cosa sapere sulla pensione integrativa?

Cos'è la pensione integrativa?

La pensione integrativa è una forma di previdenza privata che ti permette di accumulare un capitale aggiuntivo da aggiungere alla tua pensione pubblica erogata dall’INPS o da altri enti.

Perché conviene scegliere la pensione integrativa?

Conviene scegliere la pensione integrativa perché ti consente di aumentare il tuo reddito futuro, di beneficiare di vantaggi fiscali, di avere flessibilità e personalizzazione.

Come funziona la pensione integrativa?

La pensione integrativa funziona in modo semplice: versi dei contributi a un soggetto gestore, che li investe sui mercati finanziari secondo il profilo di rischio scelto. Il capitale accumulato viene poi restituito sotto forma di rendita al momento del pensionamento, o in alternativa in capitale.

Come si sceglie la pensione integrativa?

Per scegliere la pensione integrativa, bisogna valutare la propria situazione personale, professionale e finanziaria, e definire i propri obiettivi di risparmio e di rendita. Poi, bisogna scegliere la tipologia di pensione integrativa più adatta alle proprie esigenze, confrontando le diverse offerte disponibili sul mercato. Infine, bisogna stipulare un contratto con il soggetto gestore, versando i contributi previsti e monitorando periodicamente l’andamento del proprio piano.

Come si attiva la pensione integrativa?

Per attivare la pensione integrativa, bisogna compilare e firmare il modulo di adesione al fondo pensione o al PIP scelto, e allegare la documentazione richiesta, come la copia del documento di identità, del codice fiscale, ecc. Poi, bisogna versare il primo contributo, che può essere effettuato tramite bonifico bancario, bollettino postale, addebito in busta paga, ecc.

Come si monitora la pensione integrativa?

Per monitorare la pensione integrativa, bisogna consultare periodicamente il rendiconto annuale, che viene inviato dal gestore al partecipante, e che contiene le informazioni sul capitale accumulato, sui rendimenti ottenuti, sui costi sostenuti, sulla situazione fiscale, ecc. Inoltre, bisogna consultare periodicamente il sito web o l’app del gestore, che permettono di accedere al proprio profilo personale, di verificare l’andamento del proprio piano, di modificare le proprie scelte, di richiedere informazioni o assistenza, ecc.

Come si modifica la pensione integrativa?

Per modificare la pensione integrativa, bisogna comunicare al gestore la propria volontà di cambiare alcune opzioni relative al proprio piano, come il profilo di investimento, la modalità e la frequenza dei versamenti, i beneficiari in caso di morte, ecc. La comunicazione può essere effettuata tramite il sito web o l’app del gestore, oppure tramite lettera raccomandata, e-mail, ecc. Le modifiche possono essere effettuate in qualsiasi momento, ma possono comportare dei costi o dei vincoli, a seconda del tipo di pensione integrativa e del contratto stipulato.

Come si riscatta la pensione integrativa?

Per riscattare la pensione integrativa, bisogna comunicare al gestore la propria volontà di ricevere il capitale accumulato, in tutto o in parte, prima o al momento del pensionamento. La comunicazione può essere effettuata inviando gli appositi moduli tramite il sito web o l’app del gestore, oppure tramite lettera raccomandata, e-mail, ecc. Il riscatto può essere effettuato solo in caso di gravi motivi, come malattia, disoccupazione, acquisto della prima casa, ecc., o al raggiungimento dei requisiti per la pensione pubblica. Il riscatto comporterà il pagamento di tasse, a seconda del motivo di riscatto.